La settimana ROARS: 15 – 21 dicembre 2014.

Una rapida sintesi dei contributi pubblicati
nel corso della settimana appena conclusa.

 

  • “Colpita e affondata!”: no, non si parla di battaglia navale, ma della commissione ASN di Diritto Privato a cui spetta il poco invidiabile primato di vedere annullati i lavori della tornata 2013 a causa dell’illegittimità della sua composizione (ASN di diritto privato: colpita e affondata). La nuova commissione dovrà rivalutare anche tutti i candidati non abilitati della tornata 2012 che abbiano presentato ricorso eccependo la regolarità della composizione della commissione. Una catastrofe talmente annunciata da aver ispirato una ironica parabola sui “meritocrati immeritevoli” dell’ANVUR, responsabili della selezione di commissari stranieri privi dei necessari requisiti scientifici (La parabola del meritocrate immeritevole). Rimanendo in tema di requisiti dei commissari, il CUN sta invece all’erta e, in relazione alle procedure di selezione dei ricercatori atempo determinato, raccomanda la presenza di commissari – eventualmente anche di altri Atenei – afferenti al settore scientifico-disciplinare o al settore concorsuale pertinenti (Il CUN a proposito delle commissioni per il reclutamento dei Ricercatori a tempo determinato).
  • Sono usciti i risultati degli ERC Starting Grants 2014: tra i vincitori, se ne contano 28 italiani contro i 17 del 2013. Ma non si tratta di una notizia così buona come sembra, perché di questi 28 solo 11 utlizzeranno il loro finanziamento in un’istituzione italiana, a testimonianza della desertificazione causata da anni di tagli e limitazioni del turn-over (A proposito di horror. L’ERC e gli Starting Grant 2014). Bisogna anche aggiungere che la concentrazione di ingenti fondi nelle mani di pochi centri e pochi ricercatori “eccellenti” può fungere da alibi per coprire politiche di sostanziale disimpegno culturale e scientifico, particolarmente feroci negli stati del sud Europa (Ricerca scientifica: lo spreco dei fondi e la ‘generazione perduta’). E, sempre a proposito di finanziamenti, sono state finalmente rese pubbliche le cifre del Fondo di Finanziamento Ordinario 2014, come pure le nuove regole di calcolo basate su cosiddetto “costo standard” (L’FFO sotto l’albero).
  • Natale amaro per il patrimonio culturale e per i precari dell’Alta Formazione Artistica e Musicale. Il 10 dicembre è entrata in vigore la riforma del ministero dei Beni e delle Attività culturali che declassa le biblioteche di conservazione, tra cui la Medicea Laurenziana di Firenze, privandole del ruolo dirigenziale e affidandone la direzione a funzionari privi di specifica preparazione (Così muore una biblioteca!). Per l’AFAM, nonostante l’inizio dell’anno accademico in ottobre e la pubblicazione delle graduatorie definitive il 28 ottobre 2014, i precari sono ancora in attesa che siano stipulati i contratti per gli incarichi a tempo determinato (Le ere geologiche dell’AFAM).
  • Ripubblichiamo l’invito – rivolto a individui ed enti – ad aderire alla prossima costituzione di un’associazione italiana per la promozione della scienza aperta, aggiungendovi la lista di chi ha già aderito (Proposta per la costituzione di una Associazione sulla scienza aperta – aggiornamenti).
  • Nel corso delle prossime festività, a partire dal prossimo 24 dicembre e fino al 6 gennaio, le pubblicazioni avverranno a giorni alterni. Naturalmente segnaleremo comunque tempestivamente ogni novità di rilievo, a partire dai provvedimenti riguardanti università e ricerca contenuti nella Legge di Stabilità 2015, in via di definitiva approvazione. La prossima newsletter sarà inviata il giorno 6 gennaio.
Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.