Come sono struttrati i tecnologi nella valutazione ?

 

L’inclusione dei tecnologi degli enti pubblici di ricerca presenterà non pochi problemi di definizione delle attività svolte e quindi di inserimento o meno dei singoli nomi nella lista dei “produttori “ di ricerca. La figura stessa del tecnologo, introdotta alcuni anni fa negli enti pubblici di ricerca, presuppone che l’output del lavoro sia diverso da quello del ricercatore e quindi non necessariamente l’attività svolta si riflette nelle cinque categorie (né è una soluzione ideale quella di richiedere ai tecnologi una “produzione” pari alla metà di quella dei ricercatori). (Giorgio Sirilli, al difficile valutazione della ricerca del CNR)