Documenti / Dottorato di ricerca

Dottorato innovativo o non innovativo? Questo è il dilemma. Ecco i criteri MIUR

Pubblichiamo il testo della Nota del Capo Dipartimento Università del MIUR, Marco Mancini, avente oggetto “ricognizione dei Dottorati innovativi”, con un allegato che riporta i criteri in  base ai quali verrà valutato sei i dottorati ricadono nelle tre tipologie di dottorato innovativo: internazionale, intersettoriale (che ha preso il posto della tipologia “industriale”), e interdisciplinare. Intanto, a partire dal 21 novembre 2016 ed entro il 12 dicembre p.v., operando sulla banca dati del Dottorato dove sono riportati tutti i Corsi di Dottorato accreditati, le Università dovranno: a. verificare l’elenco (A) dei Corsi di Dottorato, qualificati direttamente dal Ministero come “Innovativi” sulla base delle informazioni disponibili. b. selezionare direttamente quei Corsi di Dottorato che rispettano i criteri definiti nella nota 1059/2016 (forniti in un secondo elenco B), inserendo le informazioni necessarie per qualificarli come rispondenti alle finalità del PNR 2015 – 2020; c. selezionare direttamente eventuali ulteriori Corsi di Dottorato su cui si concentreranno le azioni volte a qualificarli come “Innovativi”.

Ricognizione dei dottorati innovativi: download

prot-_no_22-4

Send to Kindle
Tag: , , , , , , , ,

3 Comments

  1. Giorgio Pastore says:

    Innovativi ? Io, sulla base di quello che si fa all’ estero nel mio settore (fisica) li chiamerei surreali.
    .
    Ma *far funzionare* dottorati “e basta” sarebbe troppo difficile ?

  2. indrani maitravaruni says:

    Ho letto il documento che avete messo in calce, firmato da un ex vero studioso e fine iranista: ovviamente stanno cercando di far fuori il più possibile i dottorati umanistici e tutto ciò che non ricade sotto la parola-feticcio innovazione. Osservo altresì che il linguaggio e gli obiettivi tradiscono un forte scollamento con ogni idea di studio, comunità docente, continuità di materie, insegnamenti, filoni di ricerca. Delirio distruttivo e onnipotenza di modelli supinamente imposti. L’unica nota parzialmente positiva è che quando una classe dirigente giunge a questo punto dovrebbe essere prossima a crollare. Speriamo che il crollo non travolga tutti.

    • “L’unica nota parzialmente positiva è che quando una classe dirigente giunge a questo punto dovrebbe essere prossima a crollare”.
      Giusto. A patto però che una parte considerevole dei diretti disponga al tempo stesso di intelligenza e di dignità personale (qualcuno potrebbe scrivere meno elegantemente: e di attributi). Qui siamo in italia, ci sono gl’italiani. Un riscontro interessante arriva fra due domeniche. Io ho un mio pronostico. E qualcosa mi dice che gli accademici non daranno un particolare contributo a farlo risultare sbagliato

Leave a Reply

Sostieni ROARS

Sostieni ROARS