Gregorio de Falco

Nato a Napoli nel 1965 con la famiglia si trasferisce a Milano dove si laurea in Giurisprudenza. Nel 1994 entra nel Corpo delle Capitanerie di Porto e frequenta il corso in Accademia navale. Dpo alcuni periodi di imbarco, riceve la prima destinazione di servizio e i primi incarichi a Mazara del Vallo, dove rimane dal 1995 al 2000, quando viene trasferito alla Capitaneria di Porto di Genova.
Gli vene poi assegnato il Comando a Santa Margherita Ligure, dove rimane dal 2003 al 2005. Nel settembre 2005 è trasferito a Livorno ed impiegato prevalentemente in incarichi di carattere tecnico e operativo.

Nel gennaio 2012 diventa noto al grande pubblico per aver coordinato le operazioni di soccorso in occasione del naufragio della nave Costa Concordia. Candidatosi al Senato della Repubblica nelle liste plurinominali del Movimento 5 Stelle, nella circoscrizione Toscana, per le elezioni del 2018, viene eletto Senatore.

Durante il Governo Conte I, si oppone all’adozione di alcuni provvedimenti come il Decreto “Sicurezza” che vengono adottati dall’esecutivo, senza alcuna discussione, né determinazione del Gruppo parlamentare del M5S. Successivamente si oppone anche al provvedimento di condono per le case di Ischia inserito nel cosiddetto “decreto Genova”. A causa di tali posizioni, in data 31 dicembre 2018 il M5S ne delibera l’espulsione dal Gruppo al Senato e dal Movimento Di conseguenza de Falco si ritrova costretto a lasciare il gruppo parlamentare pentastellato e, non aderendo ad altri partiti politici, passa alla componente dei non iscritti, nel Gruppo misto.