Home Tags Donald Gillies

Donald Gillies

L’economia neoclassica: una pseudoscienza. Una discussione tra Sylos Labini e Boldrin

Nel corso della presentazione del mio libro Rischio e Previsioni, cosa ci dice la scienza sulla crisi (Laterza, 2016; Springer 2016) al Dipartimento di Economia dell'Università...

Funding and Research

The meeting on "Funding and Research" (University Sapienza, Villa Mirafiori - 20 may 2015 -- Clik here for the complete programme) was co-organized by Science & Philosophy...

How to make a decrease look like an increase

Accounting and working with budget numbers isn’t always that boring as it appears to be, especially if it’s spiced up with marketing. Presentation matters...

Come ridurre i danni della valutazione. Un commento a margine di...

Non esistono evidenze forti che i meccanismi di finanziamento della ricerca basati esclusivamente sulla peer review dei progetti siano i più efficaci. Donald Gillies argomenta...

Una nota su valutazione e conformismo

L’irresistibile tendenza al conformismo nella ricerca moderna  è più grande ora di quanto non lo sia mai stato in passato dal momento che vi...

Sull’imprevedibilità delle scoperte scientifiche

Con grande sorpresa della comunità matematica internazionale lo scorso mese di aprile uno sconosciuto ricercatore sino-americano, Yitang Zhang, ha pubblicato la soluzione a uno...

Valutazione e potere nella ricerca

Il 5 novembre del 2008 la regina d’Inghilterra visitò la prestigiosa London School of Economics e durante la cerimonia fece una domanda passata alla storia come “la...

Valutazione e burocrazia

Un problema cruciale che vari paesi sviluppati stanno considerando riguarda  come organizzare unsistema di ricerca di base e dunque come investire e ripartire i fondi...

The Age Structure of University Staff in Italy and the UK

Donald Gillies, e' ora Professore Emerito di Filosofia della Scienza e Matematica all' University College London. E' autore, tra gli altri,dei libri:  La filosofia della...

Supermarket Cnr

Nel silenzio cosmico dei sempre informatissimi commentatori dei principali mezzi di comunicazione di massa di questo sfortunato paese, a parte le solite sparute eccezioni...