Segnaliamo il documento dell’interconferenza, Coordinamento Nazionale delle Conferenze dei Presidi e Direttori delle Strutture Universitarie circa le priorità del prossimo esecutivo in materia di formazione e ricerca universitaria.

l’Interconferenza formula:

– un pressante invito alla politica a dare chiari segnali di cambiamento, sostenendo le posizioni recentemente espresse dal Ministro – anche se andrebbero accompagnate da gesti più capaci di esprimere il disagio istituzionale – sul rischio di default degli atenei, nell’assoluta debolezza di risposta da parte dei politici e con un’attenzione tutto sommato insufficiente del sistema informativo. Non è più sostenibile assistere alle sceneggiate per cui una proposta del Governo è rovesciata dalla Commissione Bilancio, creando uno stress interistituzionale che finisce per allungare un’ombra negativa sui rapporti Ministro/Governo, Governo/Commissioni, Commissioni/Parlamento;

– la richiesta di un maggior riequilibrio nel peso degli organi di rappresentanza, a favore dell’espressione dell’autonomia universitaria rispetto a organi essenzialmente nominati dalla politica, anche quando vestono i panni di organi di valutazione e verifica, intervenendo peraltro nelle fasi di preparazione e attuazione della normativa.

Partendo da queste premesse, l’Interconferenza intende con questo documento offrire alla politica le proprie considerazioni e proposte sui nodi tematici più acuti perché ne tenga eventualmente conto nella redazione dei programmi per il Governo e per il Parlamento che usciranno dalle elezioni del 24 febbraio 2013.

Il documento integrale può essere letto qui: documento Interconferenza dei Presidi e Direttori

Send to Kindle

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.