Università di Catania: sindacati e studenti criticano le nuove “Linee guida comportamentali”. Il comunicato dei sindacati nazionali, di categoria e delle organizzazioni studentesche sul recente provvedimento approvato dal Consiglio di Amministrazione 

Giuliano Marrucci, C’è chi dice no: SECS APPEAL, Report

Mauro Barberis, Noi poveri genitori, vere vittime dell’Università nell’era Monti, Il Secolo XIX

Ben Wildavsky, Higher Ed. Universities have been forced to innovate – and may emerge stronger than ever, Foreign Policy

Ivo Caizzi, Erasmus si finanzia riducendo gli sprechi, Corriere della Sera – supplemento “Economia”

Nicoletta Magnoni, Obiettivo, salvare lo studente Erasmus. La ‘missione impossibile’ degli Stati in crisi, Quotidiano Nazionale

Nicoletta Magnoni, “Arrendersi sarebbe una scelta suicida. Chi studia così trova subito lavoro”, Quotidiano Nazionale

Luigi Grassia, Altro che bamboccioni. Un ragazzo su tre vuol fare l´imprenditore, La Stampa

Luigi Dell’Olio, Legge, chi vuole il numero chiuso, la Repubblica – supplemento “Affari&Finanza”

Luca Enriques, Quel mistero delle start up “innovative”, la Repubblica – supplemento “Affari&Finanza”

Il ministro Profumo: “Nessun attacco del governo alle autonomie”, La Stampa – Valle d’Aosta

Chi ha la laurea guadagna il 50% in più, spread impressionante con la Germania, Il Messaggero

Alessia Camplone, Il ritorno delle scuole serali per allinearsi con l’Europa. Piano del governo per colmare il deficit formativo italiano, Il Messaggero

Alessandro Figà Talamanca, Scuola, il maxi-concorso non basta, Il Sole 24 Ore

Francesco Priano, Kenneth Shepsle a Genova. Troppa crisi uccide i leader, Il Secolo XIX

Walter Passerini, E’ tornata in piazza la Pantera, La Stampa

Vittorio Bruno Stamerra, La rapina dei cervelli, la riscoperta della piazza, La Gazzetta del Mezzogiorno

Fabio Marcelli, Gli studenti ci danno la sveglia, il Fatto Quotidiano.it

Send to Kindle

3 Commenti

    • @Ricercatore INGINF05. Nel settore incriminato (13A, economia) ci sono tre mediane, basta superarne una per fare il commissario o partecipare all’abilitazione.
      Il commissario di cui si parla, ad occhio, supera almeno un paio di mediane. Ed anche la candidata di cui si parla ad occhio sfiora su una mediana la possibilità di partecipare all’abilitazione per associato e ordinario (ma il concorso di cui si parla, lo ricordo, era per ricercatore).
      Che le mediane risolvano questi problemi è purtroppo una pia illusione…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.