Una riflessione sulle classifiche internazionali delle università che, con la loro apparente oggettività, sembrano la prova inconfutabile che la nostra università non vale nulla. Massimiliano Vaira (Università di Pavia) ci spiega una per una tutte le ipotesi non dette e le debolezze metodologiche (e ideologiche) di queste classifiche. Della classifica di Times Higher Education parla anche l’articolo “I numeri tossici che minacciano la scienza – Trucchi, scandali e pericoli”

[scribd id=47895182 key=key-53tvwjjvtln4rgj3270 mode=list]

Send to Kindle

1 commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.