La settimana ROARS:

10 – 16 ottobre 2016.

Una rapida sintesi dei contributi pubblicati
nel corso della settimana appena conclusa.

«Il governo vuole nominarsi i prof come Mussolini» è l’apertura shock della prima pagina del Fatto Quotidiano che è andato nelle edicole mercoledì scorso (Ecco il decreto “Cattedre Natta”. FQ: «Il governo vuole nominarsi i prof come Mussolini»). Un’esagerazione? Ognuno può giudicarlo da sé leggendo il testo del Decreto Cattedre Natta pubblicato lo stesso giorno dal Corriere. Oltre alla nomina delle commissioni affidata alla Presidenza del Consiglio, ci sono altri “dettagli” interessanti: 534 posti per nuovi über-professoren e 66 per la mobilità in “fascia über” di unter-professoren già in servizio, i super-stipendi degli über-professoren e i super-compensi (fino a 160.000 euro per commissione) per le 25 commissioni (Il pdf del decreto Natta: compensi fino a 160.000 euro per singola commissione). E la CRUI non dice nulla? Nel corso di un’animata discussione radiofonica, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio fa un’ulteriore rivelazione: il Ministro Giannini proporrà a Renzi i nominativi dei 25 super-presidenti di commissione “appoggiandosi a un comitato di personalità, come il Presidente della CRUI o il Presidente del CNR” (Nannicini: Manfredi (CRUI) e Inguscio (CNR) aiuteranno la Giannini a scegliere i presidenti delle “Commissioni Natta”). «Dare alla Presidenza del Consiglio dei Ministri la facoltà di selezionare i presidenti di quelle commissioni è una scelta totalmente eccentrica nel panorama internazionale, non ha paragoni nei sistemi democratici, e lede principi essenziali della democrazia liberale, quali l’autonomia dell’insegnamento e della scienza»: non usa mezzi termini la lettera aperta indirizzata a Renzi che in poche ore ha raccolto più di 700 firme e tra i cui primi firmatari figurano una Medaglia Planck, vincitori di grant ERC, Highly Cited Researchers e quattro accademici dei Lincei (Superate 600 firme. Lettera aperta: Decreto Natta «non ha paragoni nei sistemi democratici»). Per chi, eccellente o meno, volesse aderire ecco l’indirizzo: https://www.change.org/p/palazzo-chigi-l-università-si-riforma-non-si-commissaria-da-palazzo-chigi

Sempre a proposito di lettere, ha raggiunto le 4.400 firme quella di Carlo Ferraro indirizzata a Cantone: «l’Università è in difficoltà perché sussistono almeno altri 9 problemi gravi. Primeggia su tutti la mancanza di posti, per cui anche se non sussistessero gli altri otto problemi e non esistessero affatto nepotismo e corruzione, la maggior parte dei giovani non avrebbe quasi altra scelta che rivolgersi all’estero» (Già 4.400 firme per la dignità e contro la «facile demagogia» sotto la lettera di Ferraro a Cantone). Francesco Sylos Labini offre una breve guida per orientarsi nelle vicende degli ultimi giorni: le dichiarazioni di Raffaele Cantone, il Decreto sulle Cattedre Natta, l’articolo di Marco Ponti che svela la ragione della fretta che muove il Progetto Human Technopole, la pubblicazione del Rapporto ADI che evidenzia un crollo dei posti di dottorato pari al 44,5% in 10 anni (Università, le mani della politica sulla ricerca). Una guida in parte superflua per chi avesse letto “Università in declino”, il volume curato da Gianfranco Viesti, di cui pubblichiamo una recensione a cura di Sandro Busso and Joselle Dagnes (Il declino dell’università italiana).

ANVUR sta perquisendo (vitualmente) alcune redazioni di riviste di fascia A chiedendo di avere accesso ai cassetti dove tengono i “referee report”. Sul tema di queste perquisizioni sotto minaccia di retrocessione abbiamo ricevuto una lettera di un direttore di rivista di classe A che pubblichiamo dopo aver rimosso i dettagli che avrebbero permesso l’identificazione dell’estensore (ASN 2.0: ANVUR fa scattare le “perquisizioni” delle redazioni delle riviste di fascia A).

La Redazione ha appreso con dolore la notizia della scomparsa dell’amica e collega Mariella Di Maio. La ricordiamo ripubblicando un suo articolo apparso su Roars il 28 novembre 2012, ridiventato attuale ora che il Decreto Cattedre Natta, prevede che i presidenti delle commissioni giudicatrici, italiani o meno  che siano, provengano dall’estero (Mariella Di Maio: “Lo straniero”).

 

 

Se lo desiderate, potete sostenerci, basta una carta di credito.
Renderemo noti alla fine di ogni anno il numero dei donatori, l’ammontare delle donazioni e l’uso dei fondi ricevuti.

GRAZIE


Ricordiamo ai lettori la call for papers di RT, a Journal on Research Policy and Evaluation.

Send to Kindle

2 Commenti

  1. Cara Redazione, volevo segnalare che mi sembrava importante anche dare conto di un evento accaduto durante la settimana: 12 ottobre 2016 alle ore 15 sorteggio per i settori 01/A6, 08/B3, 10/G1, 11/A3, 11/A5, 11/C1, 11/E1, 12/E1, 13/C1, 13/D1, 14/B2; 13 ottobre 2016 alle ore 12 sorteggio per il settore 06/D1. Ancora non ho letto informazioni in merito all’esito.

    • Nel sito ASN c’è da tempo sia l’esito del sorteggio, sia i decreti di nomina dei componenti aggiuntivi delle commissioni. Si tratta, ovviamente, di integrazioni delle commissioni nominate a seguito di ricorsi accolti dal TAR rispetto alle tornate 2012 e 2013.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.