Il 10 maggio 2012 il GEV13 ha pubblicato un comunicato relativo alla classificazione delle riviste dell’area. Le riviste di storia economica e di storia del pensiero economico (49) saranno considerate come un gruppo separato rispetto a quelle di Economia, Statistica e Management, e saranno classificate con gli stessi criteri, ma separatamente dalle altre.

Ecco il testo del comunicato:

“Le riviste di Storia Economica e di Storia del Pensiero Economico registrano valori nettamente inferiori degli indicatori bibliometrici rispetto a quelli delle altre sotto-aree; per quanto riguarda gli indicatori considerati nell’elenco (IF, IF a 5 anni e h-index) i valori sono inferiori alla metà di quelli delle altre aree. Il GEV ha quindi deciso di creare una quarta sotto-area di classificazione (H), che si aggiunge quindi alle 3 sotto-aree già prese in considerazione. Tutte le 49 riviste classificate come H erano precedentemente classificate come A / E / S. La classificazione delle riviste in fasce di merito avverrà con i medesimi criteri, ma separatamente per le quattro sotto-aree.”

La decisione è condivisibile, perché, come avevamo illustrato qui, non ha alcun senso bibliometrico confrontare le riviste di storia del pensiero economico (e di storia economica) con quelle di economia. Questo aggiustamento non sembra ridurre la discrepanza tra strategia di valutazione adottata dal GEV e quanto richiesto congiuntamente dalle società scientifiche di area (Società Italiana degli Economisti, Società Italiana di Statistica, Società Italiana degli Storici dell’Economia, Accademia Italiana di Economia Aziendale e Associazione per la Matematica Applicata alle scienze sociali), che chiedevano, tra le altre cose, l’adozione delle classificazioni di riviste da loro predisposte.

Ad oggi le classifiche delle riviste dell’Area13 non sono ancora note. Ciò significa che la scelta dei prodotti della ricerca da parte dei ricercatori avverrà al buio, non totale, ma quasi.

Qui potete scaricare la possibile classificazione delle riviste di storia del pensiero economico e di storia economica (sul perché questa classifica sia possibile si rimanda a Maccabelli). Si tratta della mia best bet, banalmente basata sulla distribuzione secondo le percentuali ANVUR (0,2:0,2:0,1:0,5) del valore dell’indice h calcolato dal GEV (per gli anni 2004-2010 su Google Scholar).

 

 

 

Send to Kindle

2 Commenti

  1. Potenza delle lobbies.
    Le riviste delle Deputazioni e Società di Storia Patria (per la maggior parte col nome di ”Atti e memorie”) sono state escluse in blocco dall’elenco delle riviste di storia, senza speranza di ripescaggio. Ma queste istituzioni, che svolgono una rilevante attività di ricerca storica di base, non hanno Santi protettori, benchè il presidente della Giunta Storica Nazionale (già Giunta Centrale per gli Studi Storici) sia il prof. Paolo Prodi.

    • Mi piace pensare che il GEV13 abbia deciso di modificare le regole di fronte a considerazioni ragionevoli basate su fatti (bibliometrici). Un po’ come se un fotografo montasse un obiettivo sulla sua macchina, poi si accorgesse che la foto con quell’obiettivo viene male, e quindi decidesse di cambiarlo.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.