La valutazione come “esperimento sociale” dagli effetti perversi, “mi ha detto mio cuggino”, un GEV 13 da Oscar … Giannino, zombies!, la gaia scienza delle “riviste pazze” ovvero dall’Illuminismo lombardo alla prevalenza del suino: siamo di fronte ad autentici capolavori di dadaismo burocratico. Ma quale è la vera missione dell’ANVUR? Sabino Cassese è stato il primo a scoprirlo: una missione suicida.

Intervento alla tavola rotonda “L’esperienza italiana di valutazione dell’università” tenuta nell’ambito del convegno “La valutazione dell’università in una prospettiva strategica. Dilemmi senza soluzione?”, 15 febbraio 2013, CNR Roma, Aula Marconi, P.le A.Moro, 7 .

Partecipanti alla tavola rotonda:

  • Andrea Bonaccorsi, Componente direttivo Anvur
  • Giuseppe Colpani, Direttore Generale Università di Bologna
  • Giuseppe De Nicolao, Redazione Roars
  • Andrea Gavosto, Direttore Fondazione Agnelli
  • Daniele Livon, Direttore Generale Università
  • MIUR Marco Mancini, Presidente CRUI
  • Marino Regini, Direttore UNIRES
  • Paolo Rossi, Coordinatore della commissione per le politiche della ricerca del CUN
Send to Kindle

3 Commenti

  1. A costo di sembrare ripetitivo grazie, ancora una volta, per lo splendido lavoro effettuato e per la strepitosa esposizione. Non ero a conoscenza della stupefacente statistica relativa al GEV dell’Area 13. Qualcuno forse dovrebbe fornirci una spiegazione di questo singolare fenomeno.

    Ma di fronte a questa analisi qual è stata la replica di Bonaccorsi?

    • Bonaccorsi ha detto che il collegio che deve valutare le violazioni del Codice Etico si è riunito una volta per valutare il caso Giovanni Federico e che a breve verrà presa una decisione al riguardo. La presunta violazione risale al 20 luglio e intanto sono passati più di sei mesi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.