Il CUN ha reso proprie le proprie considerazioni sulla legge di bilancio.

Dal sito CUN: Il documento accoglie con favore l’incremento di finanziamento al sistema universitario (mezzo miliardo rispetto all’anno passato), e sottolinea la positività di misure come il consolidamento della no-tax area (165 milioni), le ulteriori risorse per promuovere il diritto allo studio degli studenti meritevoli (70 milioni), l’incremento di finanziamento al piano straordinario per il passaggio di RTI abilitati a professori associati (a partire dal 2022) e l’incremento di fondi per l’edilizia universitaria. Allo stesso tempo si evidenziano misure che il DDL non contempla, quali la dispensa del sistema universitario dai limiti di spesa per beni e servizi e l’uscita dall’obbligo di approvvigionamento tramite CONSIP, l’intervento sulla disciplina del fabbisogno finanziario del sistema pubblico e l’incremento di finanziamento volti a garantire le attività dei dottorati di ricerca, a eliminare il fenomeno degli “ideonei non beneficiari” e a ampliare la platea degli accessi alle scuole di specializzazione dei laureati in medicina.

Mozione_bilnacio_25_11

Send to Kindle

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.