195607510-e5b4bd91-77de-4e18-bc37-b6a8891d8345

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questo Appello alle Alte Cariche dello Stato sulle Abilitazioni Scientifiche Nazionali 

“….Il decreto infatti non menziona la necessità di tener conto, nella valutazione dei canditati, di eventuali periodi di congedo, inclusi i congedi per malattia e quelli di maternità, peraltro obbligatori per almeno cinque mesi per le madri. Questa mancanza lede alcuni diritti fondamentali riconosciuti dalla Costituzione ed è particolarmente odiosa perché discrimina fortemente le giovani donne, penalizzandone gravemente la carriera accademica…” .

Per firmare l’appello vai qui 

 

lettera-apertaASN

Send to Kindle

6 Commenti

  1. So di essere fuori dal coro ma mi aspetto che chi è in maternità non pubblica lavori in quel periodo. Mettiamo in maternità anche i collaboratori? Togliamo questi intervalli temporali dalle abilitazioni e dal conteggio degli indicatori, è l’unica cosa sensata.

  2. Questa lodevole iniziativa ha un difetto collaterale: l’ASN basata sulla bibliometria è una boiata pazzesca ed il punto, sacrosanto, sollevato, non è che uno degli innumerevoli aspetti negativi. Se è in previsione una valanga su un paese, non faccio appello affinché vengano spostati i segnali stradali, bensì che la stessa sia scongiurata.

  3. Si potrebbe semplicemente aggiungere un periodo alle finestre temporali (5/10/15 anni + maternità).
    Per i grant ERC la maternità “vale” 18 mesi, e anche il congedo parentale è riconosciuto:

    For maternity, the effective elapsed time since the award of the first PhD will be considered reduced by 18 months for each child born before or after the PhD award.
    For paternity, the effective elapsed time since the award of the first PhD will be considered reduced by the documented amount of paternity leave actually taken for each child born before or after the PhD award.

    https://erc.europa.eu/sites/default/files/document/file/ERC_Work_Programme_2016.pdf (p. 17)

  4. Come per la precedente ASN, si prolungano i periodi di valutazione del tempo corrispondente al congedo. Ad esempio i 5 o 10 anni diventano 5 anni+5 mesi e 10 anni+5mesi. Questo si fa correntemente anche in altri esercizi di valutazione, come il caso della valutazione della ricerca in certi atenei.
    Ed è il minimo, perché chi ha avuto figli sa che la ripresa è molto difficoltosa e che è proprio il momento in cui molte donne mollano.
    Il periodo di congedo è comunque quello previsto per legge e tenerne conto è davvero il minimo sindacale.
    .
    Firmare è dunque d’obbligo e prego tutti di farlo.

  5. concordo sulla necessità di introdurre un correttivo per la maternità ed altri tipi di congedo, per cui ho firmato e chiedo di firmare anche ai colleghi. Potrebbe semplicemente essere fatto come la scorsa ASN, nella quale, ad esempio, per 1 anno di congedo il numero di lavori a rivista è stato moltiplicato per 10/9.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.