Un po’ in tutto il pianeta governi e istituzioni universitarie si affannano per cercare di migliorare la produttività dei centri di formazione terziaria e di ricerca.

Nature racconta di quanto sta accadendo in Russia, dopo che il Presidente Putin ha deciso di intervenire in questo campo: luci e ombre si accavallano, solo il tempo potrà dire quali saranno gli esiti del processo in corso:

The New Year is unlikely to be a happy one for thousands of Russian university teachers and students whose institutes are facing massive cuts and closures in 2013, following a controversial performance review. But some researchers are optimistic that despite the hardships, the most significant overhaul of Russia’s university system in living memory will help to improve science and innovation in the country.

 Leggi il resto qui.

Send to Kindle

1 commento

  1. Ci siamo! Italiani, siate orgogliosi, abbiamo inventato l’anvurriatta e la stanno spalmando sul pane russo…
    E la commercializzano (chi?)…
    i soliti noti economisti, esperti di anvurriate: Isak Froumin, a senior education specialist with the Higher School of Economics (HSE) in Moscow, and former leader of the World Bank education programme in Russia, Leonid Gokhberg, first vice-rector of the HSE and head of its Institute for Statistical Studies and Economics of Knowledge…

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.