Oggi, 17 gennaio 2014, è apparso sul sito dell’ANVUR  la  versione “preliminare” dei criteri e degli indicatori che verranno usati per l’accreditamento dei corsi di dottorato del XXX ciclo. Pur riservandoci di tornare al più presto sull’argomento con un apposito commento tecnico, è fin d’ora apprezzabile l’ironia dell’ANVUR: “Si tratta di un documento provvisorio le cui ipotesi, in accordo con la linea di trasparenza e condivisione che ha sempre seguito, l’Agenzia sottopone alla comunità scientifica“. In effetti, sarà difficile che l’agenzia apporti modifiche di rilievo dato che la versione definitiva verrà pubblicata a soli cinque giorni di distanza dal termine della consultazione.

Oggi, 17 gennaio 2014, è apparso sul sito dell’ANVUR il seguente avviso

Accreditamento dei corsi di dottorato

Pubblichiamo sul sito la versione preliminare del documento, approvato dal Consiglio Direttivo dell’ANVUR il 18 dicembre 2013, che descrive i criteri e gli indicatori per l’accreditamento dei corsi di dottorato.

Chiediamo agli atenei di raccogliere osservazioni, commenti e suggerimenti facendoli pervenire all’indirizzo dottorato@anvur.org entro il 10 febbraio 2014. La versione finale del documento sarà pubblicata entro il 15 febbraio 2014. Ciascun ateneo riceverà la valutazione del(i) corso(i) di dottorato del XXIX ciclo selezionati nel campione di 100 corsi utilizzato per la sperimentazione dei criteri/indicatori entro il 31 gennaio 2014. Inoltre, invieremo a ciascun ateneo il risultato dell’applicazione dei criteri/indicatori A1 e A4 del documento a TUTTI i corsi di dottorato del  XXIX ciclo entro il 15 di febbraio 2014.

Il documento fornisce una versione “preliminare” dei criteri e degli indicatori che verranno usati per l’accreditamento dei corsi di dottorato del XXX ciclo. Si tratta di un documento di 14 pagine.

Pur riservandoci di tornare al più presto sull’argomento con un apposito commento tecnico, è fin d’ora apprezzabile  l’ironia dell’ANVUR, che nelle prime righe del documento sottolinea che:

Si tratta di un documento provvisorio le cui ipotesi, in accordo con la linea di trasparenza e condivisione che ha sempre seguito, l’Agenzia sottopone alla comunità scientifica

Infatti, se è vero che è possibile far pervenire “osservazioni, commenti e suggerimenti” entro il 10 febbraio, risulta altrettanto chiaro che sarà difficile che vengano introdotte modifiche sostanziali dato che

La versione finale del documento sarà pubblicata entro il 15 febbraio 2014.

L’ANVUR conta di pubblicare la versione definitiva a soli cinque giorni di distanza dalla chiusura della consultazione. In particolare, risulta  difficile ipotizzare ripensamenti sui criteri A1 e A4, dal momento che l’ANVUR prevede di inviare

a ciascun ateneo il risultato dell’applicazione dei criteri/indicatori A1 e A4 del documento a TUTTI i corsi di dottorato del  XXIX ciclo entro il 15 di febbraio 2014.

A fronte di tempistiche così strette, è lecito sospettare che la consultazione  sia più di facciata che sostanziale.

ANVUR richiama “la linea di trasparenza e condivisione che ha sempre seguito“: sta probabilmente alludendo alla linea di trasparenza e condivisione esemplificata da:

  1. La “FAQ fantasma” sulla manipolazione dell’età accademica vissuta solo un giorno e poi svanita nel nulla (http://www.roars.it/online/abilitazioni-e-anvur-mamma-mi-sono-perso-la-faq-sulla-manipolazione-delleta-accademica/).
  2. La nota sull’indice h contemporaneo  pubblicata, ritirata e poi revisionata (http://www.roars.it/online/abilitazioni-il-ritorno-di-katsaros-e-la-neolingua-dellanvur/).
  3. Le mediane del 13 e del 24 agosto ritirate e sostituite da quelle del 27 agosto per un presunto errore nella formula di calcolo. (http://www.roars.it/online/attenzione-mediane-in-movimento/).
  4. Le liste aggiornate delle riviste per i settori bibliometrici pubblicate, ritirate dopo poche ore e ripubblicate dopo qualche giorno con l’aggiunta di un centinaio di titoli “last minute”.(http://www.roars.it/online/abilitazioni-ecco-le-liste-last-minute-per-le-riviste-di-classe-a/).
  5. Le classifiche VQR “per i giornalisti” diverse da quelle desumibili dal Rapporto finale pubblicato sul sito dell’agenzia e le classifiche dei dipartimenti dell’Instant Book del Corriere della Sera diverse da quelle riportate nei rapporti d’area dei Gruppi di Esperti della Valutazione.
  6. I più di 100 file degli esiti VQR (su un totale di 243) che sono stati modificati dopo la pubblicazione ufficiale degli esiti in data 16 luglio 2013, senza lasciare traccia delle versioni originali.

Scarica qui: Documento Accreditamento corsi dottorato 17.01.2014

Send to Kindle

2 Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.