Il 28 settembre del 2021 il MUR pubblica un interessante decreto “PROCEDURA COMPETITIVA PER LO SVILUPPO DELLE ATTIVITÀ DI RICERCA FONDAMENTALE, A VALERE SUL FONDO ITALIANO PER LA SCIENZA“, il 2281/2021.

In breve il bando prende ispirazione dagli ERC ed i suoi due schemi, “Starting Grant” ed “Advanced Grant“.

Mi sono focalizzato sullo schema “Advanced” (il bando usa con leggerezza inglesismi anche dove la lingua Italiana non è deficiente di termini…) e sulle condizioni di partecipazione che servono per dimostrare che il candidato esibisca una “Leadership scientifica e track record (con riferimento agli ultimi 10 anni)”. E’ scritto proprio così…

Ci sono due gruppi di parametri e l’aspirante candidato deve soddisfarne almeno uno per gruppo. Procedo a copiare integralmente il solo primo gruppo:

a. 10 pubblicazioni come autore principale (o come coautore, relativamente agli ambiti scientifici in cui l’ordine alfabetico degli autori sia considerato la norma) nelle principali riviste scientifiche internazionali, anche interdisciplinari, peer-reviewed;

b. 3 importanti monografie di ricerca, riguardanti i campi di ricerca in cui la pubblicazione di monografie sia considerata la norma;

c. 5 brevetti;

Io non soddisfo nessuno di questi 3 parametri ma, mettendo da parte il mio caso personale, se rifletto bene NESSUNO dei miei colleghi, anche già vincitori degli ERC Europei, li soddisfa. Infatti:

a1) Nella nostra comunità l’autore senior (presumibilmente chi applica per un Advanced lo è…) si pone come ultimo autore. L’autore principale è convenzionalmente il primo autore ed è il ricercatore che ha svolto la maggior parte del lavoro sia per quanto concerne l’innovatività dell’argomento che gli eventuali risultati sperimentali. E’ abitudine della comunità che, laddove la ricerca sia finanziata da progettualità, il responsabile dei fondi sia ultimo autore;

a2) Una parte della comunità scientifica usa la convenzione dell’ordine alfabetico. In tal caso quindi è sufficiente essere autore di 10 articoli, indipendentemente dal contributo specifico. Questo non implica un diverso trattamento per le varie comunità?

b1) Una parte della comunità scientifica scrive monografie di ricerca ma nella mia questo tipo di pubblicazione sta perdendo interesse proprio per via delle politiche ministeriali che tendono a dargli sempre meno peso negli aspetti concorsuali e valutativi in genere. Io ho scritto una monografia (con 4 edizioni, vale?) e le sue ANVUR-vicissitudini sono qui, oggi potrei investire del tempo per scrivere un libro di testo ma certamente non per una monografia di ricerca. Anche in questo caso non conosco nessuno della mia comunità che ne abbia scritte 3 (faccio fatica a trovarne uno in realtà…);

c) 5 brevetti negli ultimi 10 anni? perché 5 e non 1 o 15? che tipo di brevetti?

Capisco la necessità di filtrare il numero di potenziali domande ma da dove escono fuori questi numeri e queste scelte? quali comunità si trovano nelle stesse condizioni della mia (ING-INF/04) e quali trovano ragionevoli questi parametri?

Note di colore:

1) Nella pagina del MUR dedicata al DM2281, in coda, compare un link “Per approfondire” che re-invia malinconicamente il lettore su se stesso: https://www.mur.gov.it/it/atti-e-normativa/decreto-direttoriale-n-2281-del-28-09-2021 ;

2) la traduzione in inglese del punto a) è sbagliata… : “10 publications as main author (or as co-author, for scientific fields where alphabetical authorship is the norm) in major international scientific journals, including peer-reviewed interdisciplinary scientific journals;”. Nella versione Italiana, infatti, il <peer reviewed> (“referaggio fra pari” ndt) è obbligatorio, in Inglese l’obbligatorietà si perde.

Send to Kindle

5 Commenti

  1. Sono l’autore, aggiungo:

    Nei commenti su Facebook un utente fa notare che negli ERC Europei “autore principale” quando riferito ad un senior potrebbe significare “anche” l’ultimo autore. Questo cambierebbe in modo significativo l’interpretazione di quel vincolo ma ne io, ne l’autore del commento, conosciamo una qualche forma di riferimento a questa “consuetudine”.

    Ho ovviamente posto la domanda al MUR tramite l’apposito form ma, ad oggi, dopo 5 giorni, non ho ricevuto risposta (assenza di risposta che caratterizza anche un’altra domanda posta dall’ufficio ricerca del mio Ateneo sempre tramite lo stesso form).

    Questa lettura dell’autore principale mi giunge comunque nuova e significherebbe che un articolo ha due autori principali… nei miei 10 anni, inoltre, sono sia primo che ultimo autore, mi chiedo… sono sempre l’autore principale con buona pace dei miei colleghi (ultimi e primi in modo complementare…).

  2. “Non essendo la definizione di autore principale identificata in modo univoco nei diversi settori, in caso di pubblicazioni con più autori, il PI dovrà produrre idonea dichiarazione, rilasciata ai sensi del DPR 445/2000 , con la quale attesti il suo ruolo di autore principale evidenziando altresì il criterio utilizzato per tale identificazione. La dichiarazione dovrà essere sottoscritta digitalmente e trasmessa come Allegato nella sezione Allegati da caricare sotto la voce “Altro documento”.”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.