Paolo Francalacci

pf

Paolo Francalacci, livornese, si laurea a Pisa in Scienze Biologiche nel 1983 e sperimenta quello stesso anno il primo ciclo di Dottorato di Ricerca presso l’Università di Firenze, conseguendo il titolo di dottore di ricerca in Scienze Antropologiche nel 1987.

 

Dopo alcuni anni all’estero, prima all’Università di Cape Town (Sud Africa), e poi a Stanford (California), sotto la guida del prof. L.L. Cavalli-Sforza. Dal 1992 rientra in Italia all’Università di Sassari, prima come Ricercatore Universitario di Antropologia (BIO/08) e poi come Professore Associato di Genetica (BIO/18). Ha tenuto corsi di dottorato e master presso alcune università spagnole, come l’Università Autonoma di Barcellona e l’Università di Alicante.

Si è sempre occupato di evoluzione umana, con ricerche al confine tra l’antropologia e la genetica, studiando la filogenesi molecolare del DNA mitocondriale e del cromosoma Y e la genetica delle popolazioni umane, in prevalenza in Europa e nel Mediterraneo.

 

 

 

Sostieni ROARS

Sostieni ROARS