Borse di studio: un miraggio

(A cura di Federica Laudisa)

Il Fondo statale per finanziare le borse di studio è stato ridotto del 60% circa negli ultimi tre anni. Le cifre rendono ancor più l’idea della diminuzione delle risorse finanziare, peraltro mai particolarmente consistenti: il Fondo ammontava a 246 milioni di euro nel 2009, nel 2010 è passato a 96 milioni di euro e nel 2011 a 98 milioni di euro.

Non solo è stato decurtato in misura diretta il Fondo statale ma anche indirettamente le risorse proprie regionali. Le Regioni, colpite dei tagli statali, faticano a integrare i finanziamenti dello Stato con proprie finanze. Anche quelle realtà che storicamente hanno sempre assicurato la borsa al 100% degli aventi diritto si avviano verso l’erogazione della borsa solo ad una quota degli idonei, in taluni casi pari al 50% o addirittura meno. Il diritto allo studio universitario è messo seriamente in discussione come già si prefigurava un anno fa.

Gli articoli che seguono rappresentano un collage delle proteste condotte dagli studenti universitari in modo isolato ma unite da un unico obiettivo: far impegnare i governi regionali a investire risorse sul diritto allo studio, ovvero sull’istruzione universitaria dei giovani meritevoli in condizioni economiche svantaggiate.

Newsletter Powered By : XYZScripts.com